MOSTRA DEI LAVORI REALIZZATI IN OCCASIONE DELLE "GIORNATE DEI DIRITTI DELL'INFANZIA" 12^ edizione

L’Amministrazione Comunale di Fiumicello Villa Vicentina ed il Governo dei Giovani in collaborazione con le Scuole (Scuole Primarie di Fiumicello e Villa Vicentina, Scuola secondaria di primo grado di Fiumicello) hanno deciso di proporre anche per quest’anno scolastico la manifestazione “Giornate per i Diritti dell’infanzia”, giunta alla sua 12^ edizione. Nello specifico, i ragazzi del Governo dei Giovani hanno deciso di approfondire quest’anno il DIRITTO ALLA RISPETTO, utilizzando uno strumento specifico che facilita la riflessione, la condivisione e la consapevolezza di sé: IL MANIFESTO DELLA COMUNICAZIONE NON OSTILE.

Data:
09 Giugno 2021
Immagine non trovata

COS’E’ IL MANIFESTO DELLA COMUNICAZIONE NON OSTILE?


“È una carta che elenca dieci princìpi di stile utili a migliorare lo stile e il comportamento di chi sta in Rete. Il Manifesto della comunicazione non ostile è un impegno di responsabilità condivisa. Vuole favorire comportamenti rispettosi e civili. Vuole che la Rete sia un luogo accogliente e sicuro per tutti”.


Si ritiene che i 10 principi indicati nel Manifesto possano essere applicati non soltanto nella
comunicazione online e quindi virtuale ma anche in quella reale ed in presenza, nello scambio diretto tra le persone. Spesso, nelle classi la comunicazione è caratterizzata da conflittualità, rivalità, offese, accuse e giudizi che sfociano in distacco e chiusura relazionale: questi 10 principi facilitano la riflessione su tali dinamiche ed offrono agli alunni ma anche ai docenti strategie di risoluzione dei conflitti, favorendo l’empatia e l’ascolto attivo. Inoltre, la riflessione e le attività possono essere condotte con riferimenti non solo al diritto ma anche al dovere di rispettare gli altri. 
Spesso, bambini e ragazzi vengono lasciati soli nell’utilizzo dei loro device, in particolare
smartphone: chattano, postano foto sui diversi social inconsapevoli delle conseguenze; scrivono affermazioni, esprimono giudizi che spesso feriscono l’altro, vivono il virtuale scollegato dal reale, ma “virtuale è reale”. I ragazzi devono essere aiutati a sviluppare il loro pensiero critico e la consapevolezza di sé per un uso più consapevole della Rete ma anche per sviluppare una comunicazione efficace tra pari.

I lavori, realizzati dalle Classi delle Scuole Primarie e Secondaria di Fiumicello Villa Vicentina sono stati esposti nei giorni 8 e 9 giugno all'esterno degli edifici scolastici, ai fini di una condivisione dei risultati tra tutti gli alunni.

L'Amministrazione Comunale ringrazia la dott.ssa Federica Cabas, Coordinatrice del Governo dei Giovani e i volontari dell'AUSER, per la collaborazione nella realizzazione delle due mostre.

Ultimo aggiornamento

Giovedi 17 Giugno 2021